fbpx

Cosa succede se non comunichi il nominativo?

A chi tolgono i punti? e la multa è davvero il doppio?

Quando riceviamo una sanzione senza essere stati fermati (e può succedere spesso, per esempio tutte le volte che si viene pizzicati in eccesso di velocità da un autovelox o si passa con il semaforo rosso), arriva per posta, assieme alla sanzione, l'avviso di comunicare entro 60 giorni il nominativo del conducente del veicolo.

Inizialmente, nella prima stesura della legge sulla patente a punti, i punti in caso di mancata comunicazione venivano decurtati al proprietario del veicolo. Ben presto però questo modo di operare fu accantonato perchè fonte di innumerevoli polemiche e ricorsi.

Il legislatore quindi ha deciso di penalizzare il proprietario del veicolo che non comunica il nominativo del conducente che era alla guida al momento dell'infrazione con un'ulteriore sanzione di 286 €. 

In sostanza avviene questo: supponiamo che venga sanzionato un eccesso di velocità di oltre 10 km/h (ma entro i 40 km/h) senza fermare il conducente  e quindi si è multati di € 169. Con l'avviso viene anche richiesto il nominativo del conducente responsabile.

Se viene comunicato, i punti (3 punti) vengono sottratti al conducente indicato. In caso contrario invece, se non viene comunicato il nominativo, viene emessa l'ulteriore sanzione di € 286 ma i punti non vengono sottratti.

Quindi non è vero come spesso si sente/legge che si viene puniti con una sanzione doppia! 

E' molto importante sottolineare che la comunicazione falsa del conducente può configurare il reato di falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico o anche, in altri casi, la sostituzione di persona oppure falsa dichiarazione a pubblico ufficiale.

Quindi attenzione a incolpare nonni, genitori, amici che vivono all'estero e così via.

Noi vi abbiamo avvisato!

Devi fare un corso? Guarda i calendari dei prossimi corsi!

Click Here to Leave a Comment Below

Leave a Reply: