fbpx

Patente a punti e neopatentati. Cosa c’è da sapere.

I neopatentati sono soggetti a norme più severe rispetto a chi ha già da più anni la patente.

Tutti sanno per esempio che per quanto riguarda la patente a punti, i neopatentati sono soggetti al raddoppio dei punti previsti per ogni infrazione.

Quindi se per esempio, per l'uso del telefono alla guida vengono tolti normalmente 5 punti, per un neopatentato invece la sottrazione è di 10 punti.


Ma chi è considerato neopatentato?
e per quanto tempo?

I punti da decurtare sono raddoppiati nei primi 3 anni dalla data di rilascio della patente di guida, se viene rilasciata a chi non è già titolare di patente B o superiore.

I casi possono essere per esempio:

  • Chi consegue la patente A dopo aver conseguito la B non è considerato neopatentato (resta comunque il raddoppio per i 3 anni dopo il conseguimento della patente B)
  • Chi consegue la patente C o D non è considerato neopatentato (resta comunque il raddoppio per i 3 anni dopo il conseguimento della patente B)
  • Chi consegue la patente A1 come prima patente (o la patente AM) è considerato neopatentato per 3 anni, se successivamente consegue la patente B verrà ancora considerato neopatentato per 3 anni dalla data di conseguimento della patente B.
  • Il caso più frequente è il conseguimento come prima patente della categoria B; in questo caso semplicemente i 3 anni di raddoppio decurtazione decorrono dalla data di conseguimento della patente stessa.

Un altro aspetto da considerare è che ai minorenni non viene applicata alcuna decurtazione dei punti sulla patente (potrebbe accadere per le categorie AM, A1, B1).

Tutto chiaro? Spero di sì, in caso contrario scrivi una domanda qui sotto!

Click Here to Leave a Comment Below

Leave a Reply: